..

     GRAFFITI E STREET ART: DUE VOLTI, UNA CITTA'

 

 

Mercoledì 13 marzo 2013

 

in occasione dell’anteprima luganese del documentario

 

“La tua casa è la mia città” di Andrea Pellerani

 

una produzione Amka Films e RSI Radiotelevisione svizzera

al

Cinestar di Lugano

 

 

 

 

 

Amka Films Distributions, Cinedokké e Arte Urbana Lugano (Dicastero Giovani ed Eventi)

 

presentano

 

Graffiti e Street Art: due volti, una città

 

Quali sono le differenze fra street art e writing? Cosa accomuna queste due correnti e cosa le distingue? Esiste una collaborazione fra questi due movimenti oppure si sono sviluppati in maniera autonoma? Qual’è l’opinione di un writer sul mondo della street art? Il graffitismo e la street art sono espressioni artistiche contemporanee che si esprimono attraverso la legalità o infrangendo leggi e regole?

 

 

Per rispondere a queste domande, mercoledì 13 marzo 2013 il Cinestar di Lugano ospita un evento speciale per mettere il Ticino davanti ad un tema caldo che tocca tutti i cittadini direttamente ed indirettamente, ma anche ad un soggetto che stuzzica fantasia e riflessione: l’arte nel contesto urbano.

 

La giornata vuole spogliare questa espressione artistica, capire come è nata, come è cresciuta e quali sono i suoi possibili sviluppi. Le due espressioni più conosciute di questo fenomeno culturale sono la street art e il writing, due mondi che si riflettono anche nel nostro territorio portando il cittadino ad interrogarsi sul luogo in cui vive e sui cambiamenti sia sociali che architettonici che il Ticino sta vivendo.

 

Il 13 marzo si vuole dunque offrire al pubblico uno spaccato di questa realtà, cercando di mettere in luce le varie sfaccettature di un mondo ancora poco conosciuto. La collaborazione fra Amka Films Distributions, Cinedokké e Arte Urbana Lugano (Dicastero Giovani ed Eventi) ha dato così vita ad una programmazione singolare, dove l’universo del writing e della street art si presentano e si confrontano.

 

La manifestazione inizia in tarda mattinata con la con la realizzazione di un murales nella parte posteriore dello stabile del Cinestar, l’area che dà sui posteggi. A realizzarlo Gabriele Zeller, giovane street artist e abile illustratore ticinese.

 

Alle 16.30 verrà proiettato il documentario “La tua casa è la mia città” del regista ticinese Andrea Pellerani, uno sguardo insolito sul mondo del graffiti. Il documentario narra la storia di Kenzo144, un giovane graffitaro ticinese che decide di abbandonare il graffito illegale e portare la sua passione alla luce del sole.

 

Al termine della proiezione sarà data la possibilità al pubblico di discutere con il regista e di sfogliare il libro, fresco fresco di stampa, “graffiTI” del fotografo Aldo Balmelli e della storica dell’arte Gaia Regazzoni Jäggli (Salvioni Edizioni Bellinzona), che cataloga in immagini l’arte underground ticinese.

 

Seguirà un dibattito dal titolo “Graffiti e street art: due volti, una città”. Il pubblico avrà la possibilità di discutere con Flycat, personaggio di spicco del panorama del writing italiano e fondatore della storica crew milanese The Fabolous Sprayers, con Seacreative che opera nel mondo della street art  fin dagli anni ’90 e che Lugano già conosce grazie ad un’opera realizzata allo Studio Foce, con Valeria Donnarumma, co-direttrice di ego gallery, galleria luganese che promuove artisti che operano, fra le altre cose, nel mondo della Street Art, e con Nicola Soldini, vicedirettore del CSIA (Centro scolastico per le industrie artistiche) di Lugano.

L’approfondimento sarà moderato da Chiara Fanetti collaboratrice di Rete 3 (RSI).

 

Cinestar per l’occasione propone un biglietto d’entrata a prezzo ridotto di CHF 14 per assistere la proiezione delle 16:30 del documentario “La tua casa è la mia città” di Andrea Pellerani, che include la partecipazione alla discussione con il regista e alla tavola rotonda.

 

 

Il documentario sarà in programmazione al Cinestar a partire da giovedì 14 marzo.

 

Appuntamento dunque da non perdere per coloro che desiderano conoscere e confrontarsi più da vicino con l’arte urbana.

 

 

 

I biglietti sono in prevendita a partire da giovedì 7 marzo direttamente alle casse del cinema oppure telefonando allo 0900 55 22 02 (CHF 1.- al min., da telefono fisso) e per i possessori della Cinestar card  online tramite il sito www.cinestar-lugano.ch.

8.01.2013 - COMUNICATO STAMPA

 

 

Proiezione speciale del film:

La tua casa è la mia città (52’)

del regista ticinese Andrea Pellerani,

 

una produzione

 Amka Films in coproduzione con RSI Radiotelevisone svizzera.

 

Bellinzona, Biblioteca cantonale, giovedì 10 gennaio

 ore 18.30

 

 

 

Writing tra fotografia e cinema

 

Nell’ambito della mostra Aldo Balmelli, graffiTI , la Biblioteca cantonale di Bellinzona offre un approfondimento sul complesso quanto affascinante fenomeno espressivo  dei graffiti. La serata sarà moderata da Giovanni Medolago, critico cinematografico, alla presenza del regista.

Per l’occasione la mostra di fotografie Aldo Balmelli, graffiTI rimarrà aperta fino alle ore 20.00 e sarà possibile acquistare il libro graffiTI, edito da Salvioni Edizioni, di cui Aldo Balmelli è co-autore con Gaia Regazzoni Jäggli e nel quale figura un’intervista al protagonista del film.

 

Proiettato in prima mondiale durante il Festival internazionale del cinema giovane Castellinaria a Bellinzona, La tua casa è la mia città getta uno sguardo insolito sul mondo dei graffiti attraverso la storia di Sandro, in arte Kenzo144. Un viaggio in questa cultura difficile da penetrare e definire, che nel film si conclude grazie alla realizzazione di un sogno: dipingere nel Bronx assieme ad alcuni dei writer attivi nella Grande Mela negli anni Settanta.

 

Testimonianze urbane

 

Il documentario La tua casa è la mia città nasce dal bisogno di mostrare uno spaccato di un mondo misterioso e difficile da esplorare come quello dei graffiti. Questa giovane sub-cultura ha proprie regole e metri di giudizio non sempre condivisibili ed evidenti per chi non ne fa parte.

L’intenzione del documentario è di dare voce alla storia di Sandro-Kenzo144 che ha vissuto appieno il movimento ticinese del writing rimanendone coinvolto anche a livello giudiziario. Il documentario non vuole celebrare le sue opere, ma prendere spunto dalla sua storia personale per cercare di far un po’ di luce sul mondo dei graffiti.

Sandro-Kenzo144 è stato colto in flagrante mentre fotografava il suo ultimo graffito dipinto su un treno: per l’intera sua attività di graffitista illegale, pende su di lui una richiesta di risarcimento danni di parecchie centinaia di migliaia di franchi.

Per i writer la fotografia diventa l’unica testimonianza di una notte passata a dipingere e del suo risultato. Fare graffiti è lasciare una traccia di sé nel tempo e nello spazio per affermare la propria esistenza e forse questo è ciò che avvicina di più il writer all’arte. E proprio questo aspetto, legato alla memoria,  che mette in rapporto il cinema e la fotografia con il writing e  che viene focalizzato all’interno del documentario di Andrea Pellerani.

Un tema molto vasto che il film non vuole ripercorrere unicamente quale cronaca del graffitismo in Ticino, ma piuttosto stimolare alcune domande, così da aprire una discussione su un movimento che esiste e che è in continua evoluzione.

 

 

Il regista Andrea Pellerani

 

Giovane regista ticinese, diplomato al CISA di Lugano e alla Haute École d’Art et Design di Ginevra. In qualità di videomaker indipendente ha lavorato nel campo dei nuovi media e ha realizzato numerosi progetti individuali. Ha inoltre collaborato con altri registi come cameraman e fotografo.

 

Il protagonista Sandro Thoma, in arte Kenzo144

 

Sandro Thoma inizia a dipingere nel 1998 nella regione di Lugano utilizzando vari pseudonimi. Nel 2009 diventa Kenzo144 e fonda il Weak Team.

La sua attività è riscontrabile in particolare in Ticino ma, grazie agli spostamenti che fin dagli inizi intraprende, pure nel resto della Svizzera come in varie città europee, Milano, Berlino, Praga, Parigi fino a New York.

Dal 2012 vive a Zurigo, dove continua a dipingere e a svolgere la professione di architetto.

 

 

 

 

La tua casa e' la mia citta'

di Andrea Pellerani

in anteprima a Castellinaria Festival del cinema giovane

 

 

Venerdì 23 novembre

Writing - Un fenomeno, che esiste anche in Ticino e che volenti o nolenti non si può ignorare - www.ilmuro.ch

           

Programma della serata:

ore 16.30  performance eseguita da Kenzo144  - sul pannello organizzato in collaborazione con Castellinaria, con le TAG degli ospiti del festival e del pubblico, il pannello è “Taggabile” già dal giorno dell’apertura del festival.

 

ore 17.00 Presentazione del film documentario (52’)


Presenti in sala il regista Andrea Pellerani, e il protagonista del fim Sandro Thoma in arte Kenzo144, i coproduttori RSI, e la produzione Amka Films.

 

 

seguirà

 

 

Presentazione del libro

graffiTI

di Gaia Regazzoni Jäggli e Aldo Balmelli,

edito da Salvioni Edizioni

 

Durante la serata sarà possibile intervistare il regista, Sandro Thoma - Kenzo144 e la produttrice Tiziana Soudani (Amka Films) tutti i giornalisti interessati sono pregati di contattare Amel Soudani:

amel@cinedokke.ch  - +41 79 314 34 21-

 

SEGUICI SU FACEBOOK: www.facebook.com/ilmuro.ch

 

 

 

SINOSSI:

Uno sguardo insolito sul mondo dei graffiti attraverso la storia di Sandro, in arte Kenzo144. Il passaggio dai graffiti illegali a quelli legali ed i danni stimati per 300'000 franchi che pesano sulla sua vita. Un viaggio in questa cultura difficile da penetrare e definire, che si concluderà con la realizzazione di un sogno: dipingere nel Bronx con alcuni dei writer che dipingevano la città di New York negli anni 70.

 

 

Video

 

TRAILER DEL FILM

 

SCENE EXTRA MENDRISIO

 

VIDEO HDR TIMELAPSE – GRAFFITI KENZO144

 

WEBDOC SKY & SMIRK

 

WEBDOC SCENA UNDERGROUND

 

 

 

Allegati

 

DOSSIER STAMPA DEL FILM

 

FOTO PER LA STAMPA